ASKAVUSA

Collegamento a IMG_3375.JPG

E’ stata la mia ospite generosa, Francesca Del Volgo. Una Pasionaria. Una donna un po’ ruvida e chiusa ma concreta. Fatti e poche chiacchiere. Riesco a stare con lei solo poco prima della partenza e mi rimpiango di non aver forzato nei giorni scorsi per un incontro più lungo. Con i tempi contingentati riesco ad ascoltarla senza quasi perdere una parola. Fa parte di ASKAVUSA, un’associazione molto attiva sull’isola di cui ho percepito la presenza da subito. La chiusura dell’ Hotspot e la smilitarizzazione dell’ isola sono i loro obiettivi primari. Hanno avviato la campagna NO RADAR nel 2014 che ha portato al blocco di un ulteriore radar a Capoponente. “La situazione è abbastanza seria e complessa e quello che emerge da subito è che non è stata fatta alcuna mappatura delle fonti elettromagnetiche – continua Francesca – non è stata fatta alcuna valutazione della totalità delle radiazioni sull’isola, non viene richiesta alcuna autorizzazione al sindaco per le installazioni e non c’è alcuna valutazione d’impatto ambientale in un’ area per giunta che è dichiarata riserva naturale”. “ASKAVUSA ha richiesto inoltre nel 2014 una valutazione epidemiologica – continua – e dopo una visita da parte di una dottoressa mandata in ispezione non si è avuta più notizia nonostante avesse dichiarato di ritornare con una relazione entro marzo 2015. La dottoressa non risponde alle mail, al telefono.” “Nel registro tumori di Trapani nel 2014, Lampedusa risultava essere al 2° posto su scala nazionale per una forma particolare di tumore maschile alla tiroide, cosa al quanto sospetta vista la natura incontaminata dell’isola” incalza “e sempre nei registri ufficiali risulta che negli ultimi 3 anni sull’isola è aumentato il numero di malati di tumori.” conclude. Il dott. Bartolo ha invece dichiarato a me che l’incidenza tumorale è rimasta invariata negli ultimi 25 anni. Francesca ha dati e documenti che dimostrano quanto affermato e sarebbe ben lieta di confrontarli con quelli ufficiali se qualcuno fosse disposto ad incontrare lei e la sua associazione. E’ stata anche fatta richiesta per un tavolo tecnico tra uno Staff tecnico, Comune, Associazioni e Ammiraglio dello Stato maggiore ma al momento non hanno avuto risposta. L’ARPA ha però monitorato il ripetitore installato nel centro del paese e ha imposto la riduzione di potenza alle compagnie telefoniche ma il problema è che il ripetitore dovrebbe essere installato a 6 km dai centri abitati e non a ridosso di case, asili, uffici ma nessuno sembra averci pensato. Ecco questa è l’ultima intervista a poche ore dalla partenza… ciao Lampedusa isola senza pace. Riprendo l’aereo per il continente con tutti i colleghi accorsi per la visita di Mattarella…nessuno di loro ha la men che minima idea di dove realmente sia stato.

                                                                                                                                  LAMPEDUSA3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...